Cosa Vedere

Dei tre porti dell’isola di Samos, Pythagorio sulla costa sud ha più da offrire ai visitatori. Questa attraente città pavimentata in ciottoli era il luogo di nascita del grande matematico e filosofo del VI secolo A.C. Pitagora, la cui statua si affaccia al mare sul fronte del porto. Dal 535-522 A.C. l’antica città era governata dal tiranno Polykrate che ordinò la costruzione di quelle che sono considerate come le tre più grande opere ingegneristiche della Grecia antica.
ireo di samoIl suo progetto più elaborato è stato lo splendido e vasto Santuario di Hera, le matematico e filosofo le cui rovine si possono vedere a sei chilometri a sud ovest di Pythagorio. Rimane solo una delle originali 134 colonne della possente struttura portante, ma le fondamenta vi daranno un’idea della vastità del tempio dedicato alla moglie e sorella del re degli dèi, Zeus. Il tempio era il più grande mai costruito in Grecia ed era quattro volte le dimensioni del Partenone.

Seconda impresa importante Polykrates di Samos fu il molo di 450 metri . I resti si trovano sotto e oltre il molo moderno più piccolo, sul lato opposto del porto dalla banchina. Il terzo progetto era abbastanza incredibile, la Galleria Efpalinio, scavata a mano attraverso la montagna da mille schiavi utilizzando strumenti primitivi e senza attrezzature di misurazione.

manolatesDa Manolates c’è una splendida passeggiata per il vicino villaggio di Stavrinides, o ci si può andare in auto direttamente da Agios Konstantinos. Nella terza città di collina Vourliotes, ad est di Manolates, c’è un’incantevole piazza centrale, una taverna locale eccellente e un tradizionale mercato rionale. Non dimenticate di visitare il vicino monastero fortificato di Vronta del XV secolo, arroccato su una montagna con vista sul mare. Si raggiunge guidando in salita per circa due chilometri da Vourliotes. Una piccola cappella all’interno di una grotta, all’interno della parete esterna del monastero, contiene reliquie religiose, datate a 600 anni.

Dalla porta della costa nord di Karlovassi si puo’ andare in auto nell’entroterra fino all’ incontaminato villaggio di Platanos collinare e alla costa meridionale dell’isola. Prendete la strada costiera fino all’ angolo occidentale dell’isola, aspro e selvaggio, dominato dal Monte Kerkis di 1.437 metri. È possibile scalare la montagna da Votsalakia e se avete noleggiato una jeep sarete in grado di arrivare in mezz’ora,percorrendo la pista, fino al convento di Evangelistrias.

La strada costiera meridionale termina a Kallithea, sulla punta occidentale dell’isola da dove si può seguire un sentiero sull’alto versante ovest del Monte Kerkis verso un paio di chiese rupestri. Una passeggiata di circa un’ora e mezza porta a Panagia Makrini, una cappella a lato di una grande grotta che offre favolose viste sull’ovest di Samos. Vicino, Agia Triada è costruita contro una parete della grotta accanto ad una caverna vulcanica che si inoltra diverse centinaia di metri nella montagna

La Chiesa di Agios Spyridon

La piazza di Agios Spyridon contiene la storica chiesa che porta lo stesso nome, in cui fu presa la decisione di unire Samos con la Grecia. Nella festa del Santo, a cui è dedicata la cappella, il 12 dicembre, è servito un cibo locale fatto di farina macinata e bollito con carne, burro e cipolle. Si chiama “yiorti” (festa).

Il monastero di Panagia Vrontiani

il monastero di Panagia Vrontiani è il più antico monastero ancora esistente dell’isola. È situato ad ovest di Samos, vicino al villaggio Vourliotes, in una fitta foresta. Fu fondato nel 1476 e successivamente ristrutturato nel 1566, 1702 e nel 1960. Il monastero è noto per le sue belle icone e per la magnifica recinzione presbiteriale esterna della sua chiesa.
Il monastero di Zoodohos Pigi

Il monastero di Zoodohos Pigi si trova in una zona fittamente boscosa sul Monte Rampaidoni, a est di Vlamari. Il monastero fu fondato dal Monaco Dorotheos intorno ad una chiesetta il quale vi si installo’ dal 1796. Gli edifici sono stati completati nel XIX secolo. La chiesa è in stile bizantino a croce ed è altamente decorata, incorpora quattro colonne antiche portate dall’ antica Mileto in Asia minore.

Il monastero di Timiou Stavrou

Un altro monastero nella zona è quello di Santa Croce, che è tra i più antichi dell’isola, essendo stato costruito nel 1582. Esso è stato esteso nel 1838 e ha preso la sua forma attuale. Il suo crocefisso è un lavoro di eccezionale qualità, come il pulpito e il trono del vescovo. La chiesa è una grande basilica a tre navate, con una cupola. La navata centrale è dedicata alla Santa Croce, la navata nord al bene della vita e la navata sud a Giovanni Battista. La biblioteca del monastero ha una bella collezione di reliquie (libri, vasi, ecc) La festa del monastero è il 14 settembre, eattira grandi folle da tutta Samos.

Teatro antico di Pithagorio

teatro-anticoLe rovine dell’antico teatro si trovano a 100 metri dal monastero di Spilianis, a Pithagorio. Ci sono alcuni resti di una gradinata che si ritiene essere stata del Teatro dell’antica città sul quale è stato costruito Pithagorio.
Museo Archeologico di Pithagorio

Il Museo Archeologico di Pithagorio

Il Museo contiene sculture dell’arcaico e del periodo romano, frammenti e iscrizioni provenienti dagli scavi nella zona, rilievi tombali del VI secolo A.C., come pure frammenti di rilievi e statue di arte arcaica, busti romani e altro ancora. La Comunità ospita il Museo e un gran numero di suoi reperti è al momento custodito in magazzini. Tuttavia, la raccolta non cessa mai di arricchirsi a causa di continui scavi.

VISITARE

Heraion
Museo archeologico di Samos
Acquedotto di Eupalino
Museo dei fossili di Mitilini
Il castello di Lykourgos Logothetis

Hotel a Samos

Ostelli a Samos

Appartamenti

Ville

Resort a samos